MIMESIS associazione culturale

Attività diretta da Giorgio Crisafi

 

MIMESIS Associazione Culturale è stata fondata a Todi, l’8 aprile 2003. Eredita l’attività e l’esperienza della precedente Prima Compagnia Teatro in Todi & Co. fondata da Giorgio Crisafi e Isabella Martelli nel 1980. La compagnia ha partecipato a varie rassegne teatrali italiane tra il 1980 e il 1987, prodotto spettacoli di autori contemporanei come Ionesco, Moravia, Siciliano e organizzato, sotto la Direzione Artistica dello scrittore Enzo Siciliano e di Giorgio Crisafi, un festival di teatro e musica a Todi, Settimana Tudertina, dal 1983 al 1986. Ha ottenuto il contributo dal Ministero dello Spettacolo nel 1985 per l’attività svolta. Dopo un lungo periodo di impegno artistico con teatri stabili e compagnie private, Giorgio Crisafi riprende l’attività di produzione con l’associazione MIMESIS e nella stagione 2004 realizza lo spettacolo Nella colonia penale con la sua regia, la scenografia di Bruno Ceccobelli e le musiche di Andrea Rocca, che replica con successo in due teatri a Roma con il contributo dell’ETI. Successivamente espone a Roma un suo teatro simbolico col titolo La sedia del principe (2006) e l’anno successivo La principessa e l’antiquario (2007) presso la galleria Vangelli; propone un recital sulla poesia civile del Novecento Bell’Italia amate sponde a cura di E. Galli della Loggia e Giorgio Crisafi; con L’ETI al teatro Valle, riallestimento dello spettacolo Jacopone di E. Siciliano con le musiche di Antonello Sorrentino. Nella stagione 2010-2011 programma gli spettacoli: Notte da Oscar scritto diretto e interpretato da G. Crisafi; Jacopone di E. Siciliano, interpretato e diretto da G. Crisafi; Parte del gioco scritto, diretto e interpretato da G. Crisafi con scenografia di B. Ceccobelli.

JACOPONE di Enzo Siciliano, regia e interpretazione di Giorgio Crisafi

“Ciò che più colpisce, nella serata al Valle, è lo spettacolo che ne ha tratto Giorgio Crisafi… Lo sostiene un empito, una misteriosa energia, l’allegria è il suo demone alla fine applauditissimo.” Franco Cordelli

“Qui Crisafi offre una grande prova d’attore, dove certo si legge l’addestramento stanislavskiano ma con un corpo addestrato anche alla pantomima, appunto come in un Nô giapponese, nella sua capacità di rappresentare il principio, l’origine dell’immagine, come Crisafi mostra in certe sue sculture di legno e ceramica, un po’ orientali, un po’ del medioevo umbro, un po’ dell’astrattismo nostro contemporaneo.” Franca Angelini
 
“Il poeta frate del Duecento ricreato nella figura di un clochard d’oggi tra malinconia e ironia.
La bella interpretazione di Giorgio Crisafi”. Maurizio Giammusso
 
“La ricerca della parola poetica non ha più bisogno del grande predecessore, di Jacopone. Anche il matto capisce, sa. La poesia si vive non si sconta ...
Un caloroso successo ha salutato alla fine la concentrata prestazione di Crisafi”. Rita Sala

NOTTE DA OSCAR scritto diretto e interpretato da Giorgio Crisafi

"Non succede spesso di divertirsi a teatro, ma stavolta, sul pirotecnico fregolismo mimico e verbale di Giorgio Crisafi, la serata si può etichettare (prendendo a prestito un titolo sveviano) come una burla riuscita." Tullio Kezich 
 
“Una storia, quella scomposta e ricomposta con sensibilità e fulmiee adesioni da Crisafi, encomiabile autore e officiante di questa profana messa in stato d'accusa di un’anima, che consigliamo a tutti." Rodolfo di Giammarco
 
“La sapienza affabulatoria e l’abilità di trasformista di Crisafi ripropongono il fascino del teatro nella sua essenzialità: il pubblico e l’attore, artigiano di storie e di emozioni." Pietro Favari

“Gran magnetismo di una interpretazione molto fisica ... di uno spettacolo che fornisce anche ottime soluzioni registiche. Molto suggestivo ...” Giorgio Serafini

NELLA COLONIA PENALE da Franz Kafka, testo e regia di Giorgio Crisafi

"... all’incubo Crisafi ha aggiunto la memoria di una infanzia lontana e Bruno Ceccobelli ha associato una struttura micidiale." Rodolfo di Giammarco

"Kafka denuncia l’orrore della tortura. Con lo spettacolo di Giorgio Crisafi vengono in mente i grandi Kafka del passato." Franco Cordelli 

"In sintonia con le notizie di torture che arrivano dall’Irak, si muove in scena l’orrore surreale di Kafka." L’Unità
 
"Intatta l’atmosfera di guerra che pervade il racconto del grande autore praghese, per poter raccontare una storia qualunque di sopraffazione tra individui. Il Messaggero
  
"... uno spettacolo di controllatissima tensione e di incisiva essenzialità, capace di restituire l’orrore di metodi efferati senza tuttavia alcun compiacimento di inutili gratuità.
Determinante il contrinuto della colonna sonora di Andrea Rocca e della scena di Bruno Ceccobelli." Il Tempo
 
"La sconcertante ignominia delle torture inferte dai soldati statunitensi ai prigionieri iracheni offre un contesto di straziante attualità per spettacoli come Nella Colonia Penale di Giorgio Crisafi...
Questa pièce lascia addosso un senso di profonda inquietudine." Il Giornale

 
PARTE DEL GIOCO scritto diretto e interpretato da ...

PARTE DEL GIOCO scritto diretto e interpretato da Giorgio Crisafi



 
 PREMIO NAZIONALE DEL MONODRAMMA 1998
TEATRO DELLA CONCORDIA
COMUNE DI MONTECASTELLO DI VIBIO (PG)
Settimana Tudertina 1983 (Manifesto) copia.jpg
Locandine della Settimana Tudertina